STEFANO RIZZI DOMINA AL CAMPIONATO ITALIANO MOTH 2016

29471584100_2e3f540c16_k
A Punta Ala si è svolto il Campionato Italiano Moth valido anche come quarta tappa Moth Euro Cup. Stefano Rizzi domina sulla classifica e si porta a casa il titolo di campione italiano 2016 e il secondo posto nel circuito europeo di regate.

4 settembre – Tre giorni di regate spettacolari nelle acque toscane della Maremma. Ventidue i moth accorsi al Punta Ala Camping Resort che ha ospitato il campionato italiano moth 2016 e la quarta tappa del circuito europeo di regate Moth Euro Cup. Dominatore incontrastato della classifica Stefano Rizzi che su 10 prove svolte ha collezionato ben nove prime posizioni.
La location dove si sono svolte le regate si è rivelata perfetta regalando tre giornate di sole, di vento e di onda.
Venerdì e sabato le giornate più intense; quattro prove al giorno con un vento tra i 15 e i 18 nodi e un’onda che è stata definita dai regatanti “molto interessante”. I mothisti che hanno occupato le prime posizioni della classifica sono stati quelli in grado di foilare più velocemente in andatura portante nonostante le onde di almeno un metro d’altezza (foilare bene con onda è da sempre considerata una condizione abbastanza difficile). Domenica, ultima giornata di campionato, sono state svolte solo due prove con un vento decisamente più leggero.
La classifica finale del campionato italiano vede quindi Stefano Rizzi in prima posizione, Marco Lanulfi al secondo posto a pari punti con lo svizzero Adriano Petrino (terzo gradino del podio per quanto riguarda la classifica della Moth Euro Cup) e Carlo De Paoli terzo classificato (quarto in Moth Euro Cup).

Il prossimo appuntamento con le regate moth sarà a Lugano dove si svolgerà la quinta e ultima tappa del circuito Moth Euro Cup 2016 dal 7 al 9 ottobre. Segnaliamo inoltre la presenza della scuola moth X-Moth durante la Barcolana a Trieste per chiunque volesse provare l’esperienza del foiling.

Gallery: clicca qui

 

Questa voce è stata pubblicata in Comunicazioni, Regate e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *